Musica

Scheletri: She’s The One

Gli accordi di She’s The One, immortale pezzo del gigantesco Robbie Williams, sono La, Re, Sim, Mi: quando nel 1999 Robbie la registrò e la incluse nell’album “I’ve Been Expecting You” -a proposito, sapevate che il pezzo originale è dei World Party, che lo pubblicarono nel 1997?- a me bastò un ascolto per decretarla la canzone d’amore più adatta ai miei 13 anni e mezzo, e me la tenni sempre vicino, tanto che quando imparai i primi accordi sulla chitarra quella andò immediatamente a rappresentare una delle mie migliori e maggiormente eseguite hit -dove per hit si intende questo: una sera, dovevo avere già 16 anni, durante una spiaggiata che mi vedeva come unico single, risultavo anche l’unico che aveva portato una chitarra, e mentre le coppie di amici si baciavano (credo si baciassero, almeno) sdraiate sui loro asciugamani, io mi misi a suonare e mormorare la canzone come leggero sottofondo a quegli amori acerbi, al che uno della mia comitiva mi rivolse un poco amorevole”hai rotto i coglioni”, decretando così la mia prematura fine da interprete di successo.

Insomma, She’s The One ha rappresentato per me l’irrealizzato, il mai raggiunto, quel che è evidente che esiste ma che per un qualche complotto mondiale non ci riguarda: non solo qualche accenno di amplesso estivo, sia chiaro, ma anche il modo in cui, nel video ufficiale, RW volteggia e piroetta sul ghiaccio, guadagnandosi l’ovazione della folla.
Un po’ quel che successe a me in quella bella e calda serata, insomma. (p)

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Email this to someone

Leave a Response