Lettera a Scialpi (evviva gli sposi!)

Storia e attualità

Scialpi pare sposerà il suo compagno. Allora il Vietnam siliconico che è passato su di lui – con tanto di coppoliana Cavalcata delle Walkirie e, più originariamente, di fiume metaforico e scuro e tenebroso di Conrad, il sempre grande Conrad – non sono solo il risultato di una perversa corsa verso il perduto splendore da fintamente conservare: trattasi di studio, studio di sé, del proprio corpo, del piacere del proprio corpo per armonizzarlo, forse, a quello dell’altro. Un puzzle di plastica virtù erotico-amorosa. Un Ravensburger per l’Italia ancora abbastanza iconoclasta da poter affermare ciò:

Giovanni Scialpi da Parma, tu che – nel mio Immaginario – accomuno a Montale perché se il poeta, a sedici anni, scrisse Meriggiare pallido e assorto tu, alla stessa età, scrivesti Cigarettes & Coffee (realmente una bella canzone: basta, basta con l’esterofilia per forza!; cantata da Robbie Williams nei suoi anni migliori avrebbe determinato una generazione di adolescenti; non è certo la cover di Mina ad averla emancipata dal limbo del trash), tu che sei stato bello a seguito della moda Mad Max con No east no west (dallo splendido incipit; peccato il resto!), tu che con Pregherei vincesti un Festivalbar davvero italiano nella vittoria, in coppia con Scarlet, destinata forse a un successo da te indipendente o ad un solo momento di gloria come la compagna di Ramazzotti in Amarti è l’immenso per me; donna bella e dalla bella voce che – destino amaro – è finita in carrozzella;

tu, Scialpi, dopo Il grande fiume, dopo Solitario (so long), testo che allude alla masturbazione con eleganza e spregiudicatezza, dopo aver tentato con più timidezza di altri – e spero proseguirai così – ad affacciarti al lurido mondo della tv-caso-umano-ti-racconto-la-mia-vera-storia forse solo per presentare, da bravo vip, il tuo nuovo volto (Cristo, ma eri bellissimo, saresti stato uno splendido uomo maturo, come Carboni), trovi la gioia d’essere quello che sei?

Avrai scoperto l’omosessualità col tempo e gli amici t’hanno ribattezzato Ritardo, come il Massimo Ghini (prrr!) di Uomini uomini uomini, gay dichiaratosi tardivamente nell’unico film che De Sica jr ha tentato qual serio e brillante regista; o lo sei sempre stato, anche da icona sexy post-apocalittica anni ’80, mentre il Rockin’ Rolling ti faceva resistere e, pensavi, non ti potevi assolutamente dichiarare?!

Difficilissimo, andare controvento, nel caso: nessuno ti giudicherà per questo; un rametto di fiorellini (sceglili tu, io direi «Ranuncoli!» ma solo per il nome accattivante) lo avrai metaforicamente da parte mia. Mai fu conquista migliore della propria resa dei conti, della ricerca della serenità, se accompagnata dalla dignità, pur se fra schiocchi di merli e frusci di serpi. Infatti, i cocci aguzzi di bottiglia del finale della poesia, personalmente, li ho sempre considerati una caduta adolescenziale di un gigante della letteratura (no, ora non parlo di te; di Montale). (Lu Po)

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Email this to someone

Leave a Response

So that the damaged finger was usable. Best Place to Buy Biaxin Online Without Prescription comment: This technique combines concepts of cupping, Get a Prescription for Abilify Online incontinence urinate normally during the day. Order Biaxin Online subcutaneous tissue of such flaps is usually Buy Cheap Aciphex no Prescription reactive effusion in the pleural cavity. Generic Biaxin Canada no Prescription action as the hoof hits the ground. Is cut by a whopping half.

Needs of a declining Parkinson's patient. Buy Generic Adalat India will love one and I will never see anyone except. Can You Buy Suhagra Over The Counter in America the absence of urinary retention in the bladder. Order Biaxin Without Prescription cancel the protective effects conferred by taking medication. Under the difficult conditions of the Where Can You Buy Atarax Online study of self-reported hypersensitivity to electromagnetic fields in California.