Feynman, Jim Ottaviani-Leland Myrick

Arti visive

Per coloro che, come il sottoscritto, ignorano totalmente qualsiasi aspetto della fisica e di conseguenza anche il nome di Feynman, il libro omonimo scritto da Jim Ottaviani ed illustrato da Leland Myrick rappresenta probabilmente l’approccio più affascinante, e addirittura divertente, ad un mondo che chi scrive definirebbe eufemisticamente come insopportabile.
Ottaviani, ex ingegnere nucleare, riesce con disinvoltura a raccontarci la genialità dello scienziato che grazie alle sue teorie sull’elettrodinamica quantistica fu premio Nobel per la fisica nel 1965, delineando allo stesso tempo il Dick Feynman che, pubblicamente, amava definirsi  “fisico premio Nobel, insegnante, cantastorie, suonatore di bongo”: estraneo ad ogni esigenza di formalità, il Feynman qui descritto è un avventuriero, uno scassinatore di casseforti, un sambista, uno studioso di cinese e un amante dell’arte di Michelangelo, oltre che una delle menti più illuminate del ‘900.
La narrazione procede per episodi, regalandoci la sensazione di sfogliare l’album fotografico personale dello scienziato,  a partire dai suoi 5 anni, fino ad arrivare al 1987, anno in cui Feynman, malato di tumore, rivela di non esser infastidito dal pensiero della morte poiché “quando diventi anziano come me cominci a capire di aver ormai detto le cose migliori che sapevi”. Libro da avere. (P.A.)

Acquista su amazon

 

Jim Ottaviani/Leland Myrick, Feynman, 2012, Bao Publishing, pp.272

 

Il duro addio. Sin city: 1

Price: EUR 12,75

4.6 su 5 stelle

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Email this to someone

Leave a Response